Tag: Gianluca Becuzzi

THE JESUS AND MARY CHAIN
(Roma, 23 maggio 2018)

Si può recensire un concerto al quale non ci si è presentati? Alcune volte sì e questo è il caso. JMC li ho visti live per la prima e unica volta al Tenax di Firenze il 23 maggio del 1986, esattamente 32 anni fa. Un segno del destino? All’epoca portavano in tour Psychocandy, il loro

THE HOUSE OF SOUNDS & VISIONS
(Roma, 11 maggio 2018)

Bello questo Ex Dogana! Un gigantesco spazio di recupero di ex magazzini industriali tra la stazione Termini e la Tangenziale, che si presta perfettamente ad ospitare tanto concerti quanto installazioni multimediali. Varcati i cancelli, però, se non si sta attenti ci si perde e senza qualche indicazione si rischia di non trovare la sala che

JURI CAMISASCA
(Firenze, 30 aprile 2018)

Juri Camisasca, cantautore mai davvero approfondito dal punto di vista dell’ascolto, mi ha visto in questa occasione controintuitivamente disponibile a presenziare alla sua Adunanza Mistica fiorentina, curioso di volgere una conoscenza superficiale in esperienza diretta. Insieme a me in sala c’era un’audience quanto mai varia, una gamma umana vastissima, da rappresentare essa stessa una parte

GODFLESH
(Roma, 4 maggio 2018)

La serata di ieri, per il sottoscritto, non inizia benissimo: per una volta che in apertura suonava un’amica (sorry Dalila & SYK) me la sono persa, arrivando tardi. La sala, di dimensioni medio-piccole, è piena per tre quarti, la fauna è pressoché tutta maschile e a questa “fiera della fava” metropolitana sembra essere ammessa giusto

BLAINE REININGER
(Roma, 5 maggio 2018)

Ultimo capitolo del trittico di live report romani: ieri è stata la volta del Circuitazioni Festival, al Nuovo Cinema Palazzo, spazio autogestito nel cuore di San Lorenzo, headquarter della movida studentesca capitolina ad alto tasso di dreadlocks, birrette e canne. Anti Group ed Alvin Curran in programma nella prima serata, Roots Magic e Blaine Reininger

GANG OF FOUR
(Roma, 28 aprile 2018)

Gang Of Four non rientrano nel novero dei gruppi post punk che vidi a suo tempo, quelli della serie “non-ho-mezzo-secolo-invano” e dunque ho sentito il dovere di presenziare alla loro data romana, pur sapendo che l’unico superstite della formazione originale fosse il chitarrista Andy Gill. Il Traffic è un rock club di medie dimensioni sulla