HARRY BERTOIA
"Sonambient: Recordings Of Harry Bertoia"
(Important, 2015)

Harry BertoiaL’italiano Harry Bertoia (1915-1978), naturalizzato statunitense, è noto soprattutto per aver progettato un “classico” del design, la prima sedia fatta interamente in metallo: la “Diamond”, prodotta dall’azienda americana Knoll. Divenuta col tempo una vera e propria icona contemporanea tanto da spingere il sound artist Steve Roden a registrare nel 1999 un mini CD, Chair (A Subscape Of Resonance), ricavando tutti i suoni unicamente dalla famosa sedia, sfregandola, graffiandola e manipolandola. Ma Bertoia non era solo un designer. Infatti dopo il successo della “Diamond”, raggiunta una stabilità economica, si dedicò in maniera quasi esclusiva alle sue più grandi passioni: la scultura e la musica, creando per l’appunto sculture sonore, opere d’arte visive che hanno anche la funzione di produrre suoni. In questo fu un pioniere come i fratelli Baschet e Robert Rutman. Le sue costruzioni metalliche, realizzate con aste verticali d’acciaio di diversa altezza e spessore, se fatte vibrare con il tocco di una mano o messe in movimento dal vento, generano una serie di bordoni ultraterreni che sembrano provenire dalle oscure fucine del dio Efesto. L’effetto complessivo sul nostro sistema nervoso è simile a quello procurato dagli “ascolti profondi” di Pauline Oliveros e da certa dark ambient. Bertoia sperimentò un vasto spettro di suoni variando le dimensioni, la forma, il tipo di metallo e il numero di aste e accumulò numerose sculture in un ex fienile della campagna della Pennsylvania. Documentò i suoi esperimenti musicali su centinaia di nastri e dopo un’attenta selezione, ne raccolse i migliori, incidendoli negli anni ’70 su undici LP con la label personale Sonambient (il primo, tra l’altro, ad usare il termine ambient). Dopo la sua morte, il figlio Val ristampò alcuni di essi in CD ed anche l’etichetta giapponese PSF nel 1991 ne pubblicò due su un unico CD. L’intera collezione Sonambient, quindi, non era mai stata ristampata integralmente. Fin quando, per celebrare il centenario della nascita di Bertoia, quest’anno la Important Records ha realizzato un cofanetto di undici CD contenente tutti gli album originali riversati in digitale dai master analogici restaurati, replicandone anche l’artwork dell’epoca e arricchendo il tutto con uno splendido libretto ricco di foto ed informazioni.

Danilo D’Alessio

Etichettato , , ,