Tag: Mattia Camporesi

DEAD FEATHERS
"S/T"
(Heviske, 2014 / 2016)

Esordio discografico per i Dead Feathers, che per la inglese Heviske Records siglano un magnetizzante EP di 4 traccie il cui elemento tematico è la celebrazione della cultura nativa americana. Ciò che salta immediatamente alle orecchie è la voce splendidamente espansiva e melodica della cantante Marissa Allen che con una performance ipnotizzante fatta di mormorii febbrili e

JESUS SONS
"Bring It On Home"
(Mock, 2015)

Garage rock does not get any more real than this, loro sono questo ed altro e per chi non li conoscesse si fanno chiamare Jesus Sons. Nati in un garage repair di motociclette nei sobborghi di San Francisco questi cinque capelloni capitanati dal carismatico Brandon Wurtz suonano un garage rock caldo e pieno di energia

JOY
"Ride Along!"
(Tee Pee Records, 2016)

A quasi due anni dal loro esordio discografico, Under The Spell Of Joy, la band di San Diego si ripresenta ancora in gran forma sotto Tee Pee Records con questo Ride Along!. Tra i due album non si avverte un gran cambiamento, il suono della band si è fatto semplicemente più caldo e coeso e

BRUTUS
"Wandering Blind"
(Svart, 2016)

I Brutus, band di Oslo formatasi nel 2008, sono il classico esempio di heavy rock-band che continua a vivere prettamente negli anni ’70. Dopo il primo disco omonimo del 2010 e l’ottimo Behind The Mountains del 2013 ecco arrivare il tanto atteso terzo album di Nils Stemby e soci, Wandering Blind, sempre edito dalla finlandese

ZIG-ZAGS
"Slime EP"
(Famous Class, 2015)

Dalla combinazione di Black-Flag, Motorhead e primi Metallica – quando ancora Cliff Burton indossava la t-shirt dei Misfits – prende forma la “creatura”, ovvero gli Zig-Zags. Dopo il successo del loro primo album omonimo, la band di Los Angeles è tornata in città con un mini EP di quattro tracce intitolato Slime, edito dalla Famous

DIRTY FENCES
"Full Tramp"
(Slovenly, 2015)

Dopo il primo successo Too High Too Kross edito dalla Volcom Entertainment, la band di Brooklyn sceglie la Slovenly Records per un secondo album che li vede ben saldi alla tradizione rock’n’roll newyorkese. Per chi ancora non li conoscesse, il quartetto di New York City, composto da Jack Daves (chitarra, voce), Max Comaskey (basso, voce), Max Hiersteiner