Tag: Luigi D’Acunto

A.V.
"Nostra Signora Delle Tenebre"
(Backwards, 2015)

Cosa resterà del secolo scorso italiano in musica, in particolare per quella popolare? Il rock progressive? I cantautori? Il beat e gli urlatori? Io dico di no. Quello che per me l’Italia musicale del ventesimo secolo lascerà in eredità ai posteri è altro, e dimora spesso in sigle di coda di film, aperture di serie

AV-K
"Fracture"
(Manyfeetunder, 2015)

AV-K è il progetto principale di Anacleto Vitolo, salernitano, un lungo corso in musica in generi diversi, impegnato da qualche anno in sperimentazioni elettroniche decisamente accattivanti e lontane il giusto da una certa filosofia per cui la musica elettronica deve risultare faticosa e per lo meno noiosa per avere una sua dignità. Fracture è il suo

METZENGERSTEIN
"Albero Specchio"
(Sonic Meditations, 2013 – HARSH, 2014)

È curioso notare come le vere novità in campo musicale italiano si trovino o nel versante elettronico, più o meno sperimentale, o in quello psichedelico, apparentemente più legato a suoni di altri epoche. Appartenenti al secondo gruppo, i Metzengerstein hanno scelto una ragione sociale citazionista ma tutt’altro che agile, si muovono tessendo trame sonore classiche con piglio deciso e moderno, agli strumenti e

HYSM?DUO
"All Impossible Worlds"
(A Shame / Dente Di Sega / Eclectic Polpo / Hysm? / Kaspar House / Lemming / Neon Paralleli / Only Fucking Noise / QSQDR / Il Verso Del Cinghiale / Wallace, 2014)

Nuova uscita per i pugliesi Hysm?Duo, Stefano Spataro e Jacopo Fiore, All Impossible Worlds vanta un buon numero di collaborazioni, fra cui spicca il nome di Paolo Cantù, e, fra tanti, il logo Wallace in copertina. Considerando la loro missione, “Experimental improvisation” abbiamo pochi dubbi sul sound che ci aspetta. Batteria asciutta, basso sempre presente, chitarre distorte e un’attitudine fuzz

VON LMO
"Cosmic Interception"
(Variant, 1994)

Tredici anni, un’eternità fra due uscite discografiche, ma ben poca roba per chi viene da un altro pianeta, abituato a concezioni temporali ben diverse dalle nostre umanissime e misere considerazioni. Una delle star del Max’s Kansas City, Frankie Cavallo aveva creato Von Lmo a fine anni ’70, tirandolo fuori dagli abissi dello spazio della natia Strazar, una delle