Gli Allein In Der Badewanne sono un gruppo proveniente dalla Bretagna (contrariamente a quanto suggerisce il nome), attivi dal 2019, si distinguono per un suono che fonde postpunk e shoegaze. La band è composta da Tom Coret alla chitarra (già attivo nei Tablaraz) Jules Caledec al basso e seconda chitarra, Baptiste Coupè e Thèo Schroter ai synths e alle voci.

Dopo ben sei singoli, arriva finalmente l’album d’esordio, Steriles Land (ascoltabile solo su piattaforma digitale Bandcamp), un album maturo, composto da undici tracce autoprodotte; fieri della loro doppia anima gallica e teutonica, la loro musica è capace di sferzare senza sosta colpi di chitarre ipnotiche e taglienti e, in mezzo a distese di sintetizzatori sull’orlo della follia, dipanarsi tra linee di basso, ora lente e sfalsate ora rapide e avvincenti, confluendo con maestria nelle doppie voci maschili che alternano un seducente tedesco ad un romantico francese.

Degne di nota le tracce Ich Laufe col suo intro post apocalittico, Das Licht con la drum machine in stile She Past Away, struggente e malinconica love song in lingua tedesca, Freude, best song dell’album, Pas De Reglès, hit song robusta e orecchiabile e Steriles Land dove tutto il genio del trio si scatena in un turbinio di decadenza.

Miriam Ranieri