Autore: Salvatore

PAUL AUSTER: (1947-2024)
“Nulla è reale tranne il caso”

“Cominciò con un numero sbagliato, tre squilli di telefono nel cuore della notte e la voce all’apparecchio che chiedeva di qualcuno che non era lui. Molto tempo dopo, quando fu in grado di pensare a ciò che gli era accaduto, avrebbe concluso che nulla era reale tranne il caso.” È l’incipit di “Città di vetro”,

ROLLING STONE
The life and death of Brian Jones
(Regia di Danny Garcia, 2019)

Il docu-film realizzato da Danny Garcia nel 2019, racconta la tragica vita del fondatore dei Rolling Stones, dagli esordi alla sua morte misteriosa, passando al setaccio la parabola discendente delle vicende personali e musicali attraverso le interviste di persone a lui vicine e con l’utilizzo di immagini di repertorio. Lo stile adottato è quello di

VAMP

“Je poserai sur lui [l’homme] ma frêle et forte main; Et mes ongles, pareils aux ongles des harpies, Sauront jusqu’à son coeur se frayer un chemin. Comme un tout jeune oiseau qui tremble et qui palpite, J’arracherai ce coeur tout rouge de son sein, Et, pour rassasier ma bête favorite, Je le lui jetterai par

LOUSY SUE
“Artless Artifacts”
(Sweet Time, 2023)

Al 7”EP di esordio contenente 5 tracce, dal quale vengono recuperate Katy Parrys e Ferma Jean, segue un silenzio (discografico), a fronte di un’assidua attività live, durato ben 5 anni prima che questo Artless Artifacts spunti dal nulla proprio quando la storia sembrava oramai sepolta. La copertina, ad opera di Angie, riporta un bel po’

NORAH JONES
“Visions”
(Blue Note, 2024)

Norah Jones ha chiamato il suo nuovo album in studio Visions perché molte delle idee musicali dalle quali ha tratto ispirazione, le sono apparse oniricamente nel cuore della notte, proprio quando la sua coscienza era confusa. Quel senso provato durante il sogno si trasmette nel prodotto finito, ma non nei modi associati comunemente a tale descrizione.